123

Nomina Coordinatore Regionale e Vice Presidente Regionale Fenasp

Il Direttivo FeNASP e il Presidente, in data 22 Giugno 2018, ha nominato, come nuovo Coordinatore regionale e Vice Presidente Regionale, il  Dott. Bruno Augusto Merotto, già membro del Direttivo Provinciale.

Il Dott. Bruno Augusto Merotto ha dichiarato ” Continua dunque l’energica opera di strutturazione e di ripresa della Federazione su tutto il territorio Regionale e questo primo incarico è  il presupposto ed il simbolo di una nuova fase che deve essere sinonimo di coerenza, progettualità e sintonia, nel segno dell’unità e del rilancio del Settore e mai della divisione.
Questo è solo il punto di partenza per una riorganizzazione “virtuosa” della Federazione, ed è il frutto di un intenso lavoro del Presidente Dott. Felice Merotto e di tutti i colleghi, svolto con grande concretezza. Seguiranno  le formalizzazioni dei nuovi Coordinamenti Provinciali, Coordinamenti aperti, con una struttura leggera ed ampia, e che vedrà la partecipazione di coloro che sceglieranno di ricominciare al nostro fianco, di credere, condividere e partecipare al progetto della nuova e fattibile “Confederazione delle Strutture Sanitarie”.
La gestione della rinnovata Federazione  deve essere inevitabilmente partecipata, condivisa e soprattutto – come voluto dal Presidente Merotto – aperta alla società civile, ai professionisti, alle categorie produttive, ai lavoratori, ai sostenitori, ai simpatizzanti; un gruppo di lavoro, quindi, di qualità e completamente innovativo ed ampio, con la presenza delle personalità giuste (già presenti o nuove) per poter lavorare per il bene del nostro settore e quindi della difesa della salute pubblica”.

Finalità e scopi:

  1. Promuovere e favorire ogni utile iniziativa, culturale, sindacale e di opinione delle aziende sanitarie private, affinché possano operare a pieno titolo sul territorio nazionale;
  2. Tutelare gli interessi imprenditoriali, professionali, economici degli associati;
  3. Assicurare e favorire il pieno rispetto delle norme che regolano l’esercizio delle professioni, sia sotto il profilo della tutela dei professionisti che operano nell’ambito delle Istituzioni sanitarie private, che sotto il profilo della garanzia agli utenti;
  4. Ottenere il riconoscimento, anche attraverso il ricorso alla consulenza di società di servizi, di aree, di funzioni e di interventi in cui sia affermato il ruolo della Sanità Privata e degli Studi professionali, anche in veste di servizio pubblico, con destinazione di apposite risorse finanziarie;
  5. Favorire la piena consapevolezza della dignità e del ruolo della sanità privata e degli studi professionali mediante:a)l’aggiornamento culturale e scientifico del personale delle strutture associate, anche riguardo a disposizioni normative e di legge assicurando un costante rapporto di collaborazione con le società scientifiche; b) un Codice di Autoregolamentazione destinato ad evidenziare, anche nei rapporti esterni, la serietà e la correttezza del settore; c) una Commissione di Autocontrollo che costituisca anche ausilio per gli associati al fine del riscontro della regolarità interna delle proprie strutture ed un corretto ed imparziale sistema di controllo pubblico;
  6. Favorire, rappresentare e coordinare, in sede nazionale: a) rapporti con le Sedi delle Federazioni Regionali nel pieno rispetto delle loro autonomie; b) rapporti con le sedi istituzionali (Presidenza della Repubblica, Parlamento, Ministeri, Forze politiche-partitiche, Conferenza Stato-Regioni, CNR, Università, Ordini Professionali Nazionali, Agenzia Sanitaria, Istituzioni varie, ecc.); c) rapporti con le Società Scientifiche; d) rapporti con i mass media per la preparazione, l’incanalamento e la diffusione dei messaggi; e) ricerche statistiche e progettuali quali supporti agli interventi politici ed alle proposte in campo assistenziale; f) rapporti con Assicurazioni, Enti, Mutue, Fondi Casse che gestiscono l’assistenza integrativa; g) individuazione e mantenimento di consulenze fisse ed estemporanee (Legale, commerciale, ricerche di mercato, ecc.) di particolare livello; h) promozioni di integrazioni operative e funzionali,  tra strutture, al fine di favorirne lo sviluppo  qualitativo; i) partecipazione a sperimentazioni assistenziali; l) collegamenti informativi e funzionali con gli altri Paesi in   campo assistenziale. Provvedere alla nomina e alla designazione di propri rappresentanti in tutti gli Enti, Organismi, Consigli che prevedano, richiedano e ammettano tale rappresentanza.
  7. Stipulare accordi e convenzioni a livello nazionale con il SSN, Istituzioni, Enti pubblici e privati, Mutue, Assicurazioni, nonché contratti nazionali di lavoro per il personale dipendente e a rapporto di collaborazione, delle Istituzioni sanitarie  private e degli studi professionali.

 

Mail: info@fenasp.it

Pec: fenasp@arubapec.it

Tel: 348 4543991

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono evidenziati *

*