Chi Siamo

Ruolo istituzionale della Fenasp quello di assistere e tutelare le strutture preaccreditate “ex convenzionate esterne – allo scopo di garantirne la crescita e lo sviluppo sul territorio.

Pertanto, obiettivo principale e fondamentale deve essere quello di riaffermare i diritti di ciascun cittadino o impresa, nel rispetto dei principi di una corretta e costruttiva dialettica sindacale e in un clima di legalità , nel confronto con la parte politica e amministrativa. Siamo certi che scardinare una cultura deviata, ove l’etica assume un significato meramente astratto, non è nè semplice nè facile, considerando che da un trentennio ad oggi, è stata soffocata ogni ideologia politica ed ogni crescita spirituale, sostituita quest’ultima da una crescita economica fondata sul profitto a tutti i costi.img_chisiamo.png

Ormai è divenuta indifferibile la necessità  di iniziare e trasferire, in tutte le sedi politiche ed istituzionali, un dibattito intellettualmente corretto, per affrontare le questioni della salute ed il rapporto che intercorre tra economia e qualità  nei servizi sanitari. E’ vitale, per mantenere il sistema sanitario in equilibrio, stabilire quali sono le giuste e vere priorità  di una politica sanitaria che voglia puntare alla razionalizzazione della spesa pubblica. Ci si può realizzare attraverso una riallocazione delle limitate risorse disponibili, con un impiego ed una distribuzione perequativa delle stesse, nel rispetto delle legittime esigenze reali degli assistiti, e nel rispetto della professionalità  di coloro che operano nel settore. Seguendo tale criterio, indubbiamente, si eviteranno inefficacia, inefficienza e diseconomie.

La gestione della sanità , condotta dai vari Governi di destra, centro e sinistra, che si sono succeduti negli anni, fino ad oggi, è stata fallimentare ed ha disatteso i principi fondamentali della L. 833/78, istitutiva del S.S.N.

La sanità , come oggi si presenta, è difficilmente gestibile, malgrado si spendano centinaia di milioni di euro, con un preoccupante incremento scriteriato di spesa ed un altrettanto inquietante proposito di contenimento di spesa con criteri illogici, ciechi e privi di ogni razionalità , ma pregni di spirito clientelare.

La criticità  del sistema è data anche dall’eccessivo statalismo, che si è reso responsabile di una sanità  pubblica non competitiva, poiché ogni Regione, anziché essere controllore delle attività  e supervisore delle gestioni, e contemporaneamente provider e producer, quest’ultimo, persino, con funzioni di autocontrollo. Ci ha prodotto la mancanza di requisiti minimi necessari in tante strutture pubbliche che, come spesso riportano stampa e TV, in alcune Regioni del Sud, non risultano nemmeno catastate o, nella migliore delle ipotesi, prive di agibilità  o delle necessarie autorizzazioni; requisiti che, invece, sono posseduti dalle strutture private, in quanto requisiti indispensabili al rilascio dell’autorizzazione all’esercizio delle attività  sanitarie ed all’accreditamento.

Gli interessi politici, anche quelli mascherati di taluni cosiddetti “rappresentanti sindacali”, sono quasi sempre incompatibili con un efficiente funzionamento dei Servizi sanitari, e contrastanti con i diritti sanitari del cittadino che, da soggetto attivo, diventa spesso oggetto di schemi ideologici e speculativi, poco confacenti con le finalità  di una efficace tutela della salute.

In sintesi, se le risorse disponibili non sono illimitate, tutt’altro!, per poter continuare a fare fronte ai bisogni di prestazioni del cittadino, è assolutamente necessario focalizzare le principali criticità  del S.S.N.

L’avvio ad una soluzione, delle gravi problematiche sanitarie sopra esposte, si potrebbe delineare iniziando, sin da adesso, a rivedere seriamente ogni nostro modo di rapportarci con il mondo sociale, politico-istituzionale ed imprenditoriale, operando scelte coraggiose che, a volte o spesso, risultano impopolari al momento, perchè sacrificano un sistema clientelare a vantaggio di un sistema meritocratico, ma che, sicuramente, nel tempo ci condurranno ad un sistema sociale ed imprenditoriale più consono e vicino alle esigenze di un mondo più sano, più gratificante, e rispettoso della dignità  dell’uomo.

Presidente Nazionale:
Dott. Felice Merotto – f.merotto@fenasp.it
Sede Nazionale:
Via XXIV Maggio, 142 – 00046 Grottaferrata (RM)
Tel: 06 9412741
Fax: 06 9458306
E-mail: info.nazionale@fenasp.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicatoI campi richiesti sono evidenziati *

*